Baccalà, concassè di pomodori, avocado e coriandolo

“E’ primavera!Svegliatevi bambine… alle cascine Messer Aprile fa il rubacuor!E a tarda sera Madonne fiorentine… quante forcine si troveranno sui prati in fior…”

La colonna sonora del mio stato d’animo canta già la primavera: il sole romano può fare di questi effetti, quando l’aria si riscalda di colpo e la luce resiste fino al tardo pomeriggio; così aspettando la primavera nella sua data più ufficiale, mi preparo ad accoglierla anche nel piatto con i sapori e gli odori di una fresca insalata: baccalà, avocado, pomodori ramati, coriandolo fresco.

Il baccalà è un peccato abitudinario delle calde serate estive, quando attraversando Via dei Giubbonari (Roma) mi ritrovo a sostare nella piazzetta dei Librari: qui è possibile sentirsi ‘signori’ semplicemente guadagnando una posizione dietro i piccoli tavoli di legno poco stabili a causa della pendenza della piazza, pregustando l’arrivo dei filetti di baccalà appena fritti e di una birra fresca. Solo così mi sono ritrovata ad apprezzare il baccalà e forse mai in altro modo mi era capitato di sperimentarlo se non fosse stato per la creatività dello Chef Antonello Migliore  (Scuole del Gambero Rosso – sede di Roma). Durante un corso di cucina creativa a base di pesce, la preparazione impiegata per cucinare il baccalà è stata la più divertente per tutta una serie di procedure e accostamenti che mai avrei immaginato così buoni.

Ingredienti (per 4 persone): 1filetto di baccalà dissalato; ½ avocado maturo; 3 pomodori maturi; olio evo; coriandolo fresco; radice di liquirizia (o menta fresca); 1costa di sedano; ½ carota; sale e pepe in grani; succo di 1 limone.

Procedimento: scottare il baccalà per 5’ in poca acqua aromatizzata con pepe in grani, sedano, carota e liquirizia; scolarlo e sfogliarlo in una boule e unire una concassè di pomodori (scottati, spellati e privati dei semi), l’avocado con olio e coriandolo. Correggere il tutto con sale, succo di limone e lasciar insaporire nel frigorifero.

Immagino la delicata freschezza di questo piatto, l’ideale antipasto di una cena di pesce, ricca di tanti assaggi gustosi e particolari.

 

Related Post

30 thoughts on “Baccalà, concassè di pomodori, avocado e coriandolo

  • Giuliana
    grazie mi fa sempre tanto piacere sapere che ti piacciono le mie ricette 😀

    Roberta
    anch’io ho un mio orticello in terrazzo, ma non ho mai trovato la piantina del coriandolo; da un accento di freschezza a questo piatto, fammi sapere quando proverai! 🙂

  • Per una come me che, da piccola, odiavo il baccalà e adesso lo mangerei in qualunque modo, questa ricetta è perfetta.Freschezza, sapidità, aromi..c’è tutto! Buonissima!

  • Bianca
    sono veramente felice di averti suggerito un nuovo modo di gustare il baccalà: in effetti il sapore mandorlato dell’avocado e quello fresco del coriandolo rendono particolare il sapore del piatto 😀

    Roberta
    proverò a seminarlo anch’io allora 😉

  • Che bel piatto colorato! Mette voglia questa ricetta fresca e sicuramente
    saporita! Non cucino abitualmente il baccalà perchè non mi piace molto
    il suo sapore, ma forse vale la pena di provarlo abbinato agli ingredienti
    che hai usato, anche se sono un pò insoliti per me. Forse riuscirò ad apprezzare il baccalà finalmante!
    Ciao, e grazie, mi stupisci sempre.

  • Credo che il baccalà sia tra le cose che amo di più al mondo: i portoghesi hanno mille ricette in proposito.
    E il bello, per l’appunto, è che è piuttosto versatile e si presta perfino ad accostamenti orientaleggianti come nel tuo caso con il coriandolo!
    Te lo detto ma te lo ridico: quanto mi piace la foto!

  • Lizzi’s
    Mi fa piacere tu sia riuscita ad entrare nell’atmosfera della piazzetta dei Librari: già nelle prime serate di primavera è possibile ritrovare il piacere dell’estate semplicemente respirando i particolari profumi della strada… ci sono posti della città così caratteristici e poco frequentati dai turisti in cui è ancora possibile imbattersi in una veracità tutta romanesca. Tienilo pure presente per quando avrai voglia di girare Roma 😀

    Elisa
    Sono felice di scoprire che le mie ricette incontrino tanto il tuo gusto!:-) Grazie ancora anche per il tuo premio!

    Lucia
    E’ vero c’è una speciale versatilità nel modo di cucinare il baccalà, in realtà la mia versione nasce dalla proposta di un’insalata fredda per condire la pasta… ma io ho cassato la pasta, per una mia naturale diffidenza verso le insalate di pasta che non saprei spiegare più di tanto…
    Che ti piaccia la foto non sai quanto mi faccia piacere 😀 Che sia tu a dirmelo ancora di più!

  • Care Annarita, Bruna e Terry vi ringrazio per la vostra visita, mi fa piacere che il blog vi piaccia, spero questo incontro sia l’inizio di una frequentazione piena di ispirazione e scambi 🙂 a presto laura

  • è un piacere scoprire questo bel blog, sono arrivata a voi attraverso la rubrica di Chiara del blog La Voglia Matta e devo dire che ha descritto tutto alla perfezione.
    Complimenti.
    Cri

  • Cristina
    Anche noi siamo felici di aver scoperto tanti amici e blog molto interessanti;grazie! 😀

    I sognatori
    Grazie e benvenuta, oggi e’ stato davvero un piacere fare la conoscenza di cosi’ tanti blogger ! A presto laura

  • A distanza di un anno arrivo qui e… sono avvolta dai colori e dai profumi! Il coriandolo fresco l’ho preso all’Emporio delle Spezie, tra l’altro… e mi è piaciuto tantissimo, mi annuso anche le mani spesso dopo averlo tagliuzzato!
    Questa ricetta è toccasana per lo spirito, sappilo.

    (i mitici filetti di baccalà fritto a via dei Giubbonari, vedo che conosci i posti giusti di Roma, ehehe)

  • Francesca
    Ma lo sai che arrivi, invece, giusto in tempo?come al solito il nostro contatto telepatico rivela la sua potenza: domani sperimento una nuova ricetta con il baccalà e se sarà buona come immagino, presto la vedrai sul blog :-). Oh il coriandolo merita un discorso a parte. La prima volta che l’ho respirato l’ho percepito come un alito fresco. Lo trovo facilmente al mercato coperto di via Catania, vicino al ‘nostro castroni’ 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *