Clafoutis di cardo

Il cardo: lo sentivo nominare in famiglia ogni volta che un forte mal di testa costringeva mia nonna a letto per l’intera giornata. A sentire mia madre e mia zia che confabulavano dietro la porta della sua camera, era tutta colpa del brodo di cardo. Nonostante il disorientamento che coglie i bambini davanti al malessere di uno dei loro ‘invincibili’, a me piaceva invece immaginare la concertazione di quel peccato di gola cui mia nonna si concedeva senza remore e in piena coscienza di sé, incurante del ‘dopo’.

In questi giorni mi sono messa alla ricerca del cardo e siccome il banco di Ester non tradisce mai i desideri dell’ultimo minuto, trovarlo è stato più facile di quanto pensassi. A questo punto è proprio il caso di dire che la ricetta mi si è composta sotto gli occhi non appena ho avuto modo di concedermi ad un raro momento di relax: divano, plaid e il numero di Dicembre 2011 della Cucina Italiana tra le mani. Mi sono imbattuta così nell’interessante preparazione di un clafoutis di verdure, proposta da Joelle Nederlants, e al quale ho applicato la mia variazione : e carciofi e zucca hanno lasciato un posto d’onore al cardo!

Mi piace pensare a questa ricetta come un piatto d’entrata, prima di una vellutata o di una zuppa di cipolle; un antipasto caldo, con la qualità, tipica delle piccole porzioni, di anticipare le portate principali sollecitando l’acquolina in bocca.

Ricetta

Ingredienti (dose per 5 cocottine monoporzione): 300 gr di cardo; 160 gr latte; 80 gr asiago; 10 gr farina 00; 2 uova; paprica sale e burro per gli stampi.

Preparazione

Mondare e tagliare il cardo in piccoli tocchetti, quindi cuocere al vapore assicurandosi di lasciarlo al dente. Mescolare il latte con la farina le uova e l’asiago grattugiato, salare e aromatizzare con un pizzico di paprica, mescolando bene perché non si formino grumi. Imburrare le cocottine ( o un’unica grande pirofila da forno), distribuire sul fondo i pezzetti di  cardo leggermente salati e coprire completamente con il composto di latte e farina. Infornare a 180 °C per 15’. Sfornare e servire i clafoutis caldi, ma non bollenti.

Related Post

11 thoughts on “Clafoutis di cardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *