Fichi caramellati al Marsala ed erbe aromatiche

C’è qualcosa di ‘ventoso’ in questo settembre che fa disordine nelle mie giornate: la sveglia delle sei ogni mattina; i bagni di folla in metropolitana; il ‘corri corri’ senza meta e senza fine; così il più delle volte mi ritrovo stanca e senza una soddisfazione particolare che giustifichi la mia quotidianità. In cerca di qualche ‘certezza’ oggi ho salvaguardato la mia serenità tra i  profumi di dolcezze caramellate chiudendo in faccia agli spifferi settembrini la finestra della cucina, perché non scombussolassero me e l’accordo dei miei aromi.

Il Marsala, complice dei miei peccati ricorrenti, ha rivelato di sé notevoli potenzialità di espressione anche questa volta e il suo tenore zuccherino si è esaltato oltremodo nel momento in cui ha incontrato i fichi.

Ecco cosa è successo: nel tegamino dei miei intrugli armonici ho esalato dolcezze africane attendendo beatamente i tempi di riduzione del Marsala; contemporaneamente,  su altra fiamma, in un tegame capace di mantenere bene la temperatura, fiocchi di burro e zucchero caramellavano i fichi in superficie. Il tempo di pochi minuti ed è possibile indovinare dal profumo il successo dell’abbinamento ma, se si riesce a resistere alla tentazione di un assaggio furtivo, è possibile potenziare l’esperienza della degustazione con l’aggiunta di una manciata di pistacchi tritati grossolanamente, julienne di scorzette d’arancio, foglie di basilico, timo e menta. E’ questo il momento da riservare all’assaggio!E’ a questo punto che l’orologio finalmente si ferma!In realtà, tutto si ferma e tutto si inebria nello stesso istante che per me è durato un’eternità!

Sono uscita dall’esperienza del mio piatto felice come spesso succede quando la cucina riserva piacevoli scoperte e con qualche idea in più: accompagnando i fichi caldi con una cucchiaiata di gelato al limone, è possibile ad esempio ritrovare il contrasto piacevole tra note dolci e aspre. Da tener presente!

Ricetta: da una variazione dei fichi caramellati de La cucina italiana n. agosto 2013

Ingredienti (per 4 persone): 10/12 fichi (io ho usato sia bianchi che neri); 200 gr di Marsala; 50 gr di zucchero più un po’; una noce di burro; aromi secchi: cannella in stecca e anice stellato; buccia di un’ arancia; erbe fresche: timo, basilico, menta. Gelato o sorbetto al limone facoltativi per servire.

Procedimento:   unire in una casseruola il Marsala con due scorze di arancia, lo zucchero, cannella e anice stellato. Far sobbollire finché il liquido non si sarà ridotto a metà del volume iniziale (riduzione). Spolverizzare il fondo di un tegame con lo zucchero e qualche fiocchetto di burro, quando questo comincerà a sfrigolare e lo zucchero a fondersi aggiungere i fichi precedentemente sbucciati. Controllare la cottura girandoli delicatamente quando risulteranno dorati innaffiarli con la riduzione (filtrata); coperchiare il tutto e lasciare sul fuoco per pochi secondi ancora. Servire con julienne di scorza d’arancia, pistacchi ed erbe aromatiche. Facoltativa una pallina di gelato o sorbetto al limone.  

  

Related Post

19 thoughts on “Fichi caramellati al Marsala ed erbe aromatiche

  • E così le parole del tuo racconto – ricetta, confortano le mie orecchie messe a dura prova da un vento terribile che sembra portarsi via la casa. Le tue parole sono armoniose come le tue ricette! Peccato che il mio albero non ha più fichi, sono troppo curiosa di assaggiare questo tuo racconto!!!
    e.

  • Semplicemente deliziosi! un modo originale, profumato e colorato di preparare questo incantevole frutto.. magari gustato proprio sull’amaca in giardino! dopo una mattina di pioggia incessante qui si intravede sole… quindi mi godo almeno quest’idea di relax al verde! splendida ricetta e presentazione! un abbraccio:*

  • mi sono come ritrovata tra i profumi e il tepore del tuo racconto. avvolta. e ho pensato alla luce di certe grandi cucine nelle campagne siciliane. un abbraccio. p.s. le tue foto sono sempre piene di poesia, come te.

  • scoperta per caso sul blog di pici e castagne, mi sono inebriata del profumo del marsala perdendomi tra le tue foto e prelibate ricette … e ora continuo piacevolmente questa esplorazione tra le tue pagine!!! complimenti e che voglia di fichi!!

  • Marcello
    E si non è male l’idea che hai avuto… anche io adoro il Marsala e ho una passione per tutto ciò che si caramella 🙂

    Elisa
    ciao cara è sempre un piacere ritrovarti 😉 mi piace la definizione ‘ricetta-racconto’ e mi ci ritrovo abbastanza: ultimamente mi capita di sentire un’identificazione sempre più forte tra sintassi e gestualità che mi piace e cattura anche me 🙂

    Simona
    E si sarebbe stato bello trovarsi su un’amaca… peccato che la pioggia di queste giornate non l’abbia reso possibile 🙁 tuttavia certi piatti si consumano bene anche dietro un fornello acceso… come è successo a me 😉 un abbraccio !

    Valentina
    sapessi cosa darei per una di quelle cucine, con piani di lavoro in marmo e pentolame sulle pareti, invece mi ritrovo a scalare vette ogni volta che ho bisogno di qualcosa… non sai che piacere sapere che ti piacciono le mie foto: a me non piacciono molto… la mia macchinetta è più anarchica di me e in questo modo non riesco ad essere sempre consapevole di quello che faccio quando scatto 🙁
    p.s. ti piace la marmellata di more di gelso?

    Elena
    Grazie!In effetti lo sono e come se lo sono, devi assolutamente provare!

    Serena
    Benvenuta è un piacere conoscerti!torna pure tutte le volte che vuoi 🙂

    Chiara
    In effetti si tratta di una ricetta che ha breve durata se si pensa alla stagionalità dei fichi, insomma da non farsi scappare 😉 un bacio!

  • Questa mattina dopo essermi pesata e quindi spaventata, come ho fatto
    in molti lunedì della mia vita ho iniziato la dieta. Un bel fascicolone pieno
    di consigli e restrizioni per rientrare almeno nei vestiti, mi aspettava sulla srivania da circa un mese ormai. E questa sera, proprio questa sera,mi fai
    trovare sul tuo blog la ricetta dei fichi caramellati!?!?!?!?!?!?
    Devo con rassegnazione rinunciare a provarli, ma ritornerò ad immergermi
    nel tuo racconto e nelle foto che mi sono piaciuti molto e mi sazierò ugualmente. Brava con lode! Baci!

  • Antonella
    ‘Restrizioni’ è diventata la parola d’ordine dei miei giorni, fortunatamente però coinvolge al momento solo alcuni cibi… così ho pensato di consolarmi con tutti gli altri 😉

    Elena
    Grazie, noto con piacere che ti sono proprio piaciuti 🙂

    Gio
    A chi lo dici!Anch’io adoro i fichi e il fatto di avere sei alberi in campagna mi porta quando faccio indigestione direttamente sotto l’albero, ad inventarne di nuove. Questa è stata un ottima scoperta!La ricetta originale consigliava fichi neri, ma io stessa non me la sono sentita di escludere dai giochi quelli bianchi e devo dire che hanno retto benissimo il confronto per cui, procedi!:-)

  • Trilly
    Grazie mi fa piacere sapermi tra i ‘preferiti’ 😉 a presto!

    Rossella
    Mi piace la parola ‘giulebbati’ non l’avevo mai sentita sai?mi sa di succulento anche se non c’è il marsala 🙂 un bacio e un abbraccio anche per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *