Se gradisci è scamone

involtini di scamone

Così sulla A25 in viaggio di rientro dall’Abruzzo a Roma, lui si preoccupava dello smaltimento dei parrozzi, sfornati e moltiplicati per le apposite vacanze di Natale, e ignorava del tutto la presenza dei cinquanta involtini ‘di scamone’ in macchina con noi.

se gradisci è scamone

Sui parrozzi l’ho tranquillizzato per un po’ durante il viaggio. Degli involtini invece non ho fatto parola: ché gli involtini di mia madre meritano approvazione a tavola, né in macchina né in autostrada.

Adesso lo so bene anche io che ne riporto cinquanta alla volta da una casa all’altra, e addirittura da una regione all’altra, ma c’è stato un tempo in cui ho faticato a capire perché proprio lo ‘scamone’.

Mi trovavo esattamente in Svizzera dalla mia amica Nené e dal suo macellaio di fiducia quando ho scoperto che lo scamone è un taglio di prima scelta, troppo prelibato per essere impiegato nella semplice preparazione degli involtini al sugo.

Ed è bastato così poco a mettere in discussione tutta un’educazione famigliare che non meritava polemiche. E infatti fu proprio in quel periodo che mi capitò di dire, forse per cattiveria forse per ignoranza, che volevo uscire dalla casa paterna “per lavare l’insalata a modo mio”.

E così ho fatto. Mia madre dall’altra parte paziente, come una madre senza riserve e senza autocommiserazione, mi ha aspettato e con cinquanta involtini di scamone già belli e pronti.

L’ultima volta, dopo un pranzo di Natale che avrebbe steso al tappeto chiunque non fosse abruzzese dalla nascita, mi ha chiamato in cucina e di nascosto dagli uomini come fosse una colpa, o forse per un retaggio dell’esser donna di un altro tempo, ha imboscato cinquanta involtini nella mia borsa.

Io ho approfittato dell’occasione per capire, ancora una volta, perché proprio lo scamone e lei, paziente come una madre senza riserve e senza autocommiserazione, ha risposto come a cosa ovvia:

“Perché non te ne riporteresti cinquanta alla volta da una casa all’altra, e addirittura da una regione all’altra, se non fossero di scamone”

Ecco. Adesso lo so.

IMG_4085

IMG_3827

IMG_4073

IMG_2641

Ricetta di famiglia degli involtini al sugo

Ingredienti per due persone:

  • 2 fette grandi di scamone
  • 2 carote di media grandezza
  • prezzemolo qb

per soffritto, trito di

  • 1 carota di grandezza medio piccola,
  • 1 cipolla di media grandezza
  • 1 gambo di sedano
  • 5 -6 cucchiai d’olio evo
  • ½ bicchiere di vino bianco + ½ bicchiere di vino bianco
  • ½ l di passata
  • sale qb

Procedimento:

  • disporre sul tagliere le due fette di scamone, ricavandone per ognuna tre rettangoli
  • all’interno di ogni rettangolo disporre ¼ di carote tagliate, nel senso della lunghezza, aggiungere per ognuna un piccolo ciuffo di prezzemolo
  • arrotolare e fermare l’involtino con uno stecchino di legno
  • tritare finemente carota cipolla e sedano
  • soffriggere il trito nell’olio e sfumare con ½ bicchiere di vino le verdurine perché non brucino
  • aggiungere gli involtini e sigillarli su tutti i lati, salare e sfumare con il vino rimanente
  • non appena il vino sarà sfumato, aggiungere la passata e salare secondo il proprio gusto
  • lasciar cuocere per 15’ a fuoco lento
  • servire con parmigiano e pane per la scarpetta.

Related Post

4 thoughts on “Se gradisci è scamone

  • Ed è proprio la Brigida ad avermi insegnato che con lo scamone si preparano gli involtini e che per il roast-beef è meglio un bel pezzo di “bicchiere”; in alternativa la “rosetta”, ma solo se la si prende da un buon macellaio. E quindi sono stra sicura della bontà di questo piatto, che per me profuma tanto di casa!

    • Avere Brigida dall’altra parte ti da il bel privilegio di essere una figlia d’arte in cucina 🙂 resta inteso che la prox volta che ci vediamo mi spieghi cosa s’intenda per ‘bicchiere’ o ‘ rossetta’ e io, in cambio, mi sdebiterò rivelandoti cosa per un pescarese è la ‘scalinata’ 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.