Sgombri ‘in’ tisana d’agrumi ‘un’ trenta giugno

Trentagiugnomillenovecentosettantacinquetuttoattaccatosoloperme! La giornata più calda di quell’estate, un impietoso garbino e poi io. Un’immagine con cui è divertente ‘romanzare’ come si può sul proprio conto… allegoricamente? simbolicamente? poeticamente? tutte rappresentazioni possibili se si pretende di conoscere anche ciò che non si è visto: mia madre sventagliata a destra e manca dalle future nonne; mio padre […]

Read More

Amatriciana e il ‘fascino di una variante’…

“Se nulla si crea dal nulla, l’originalità non s’inventa, si trova”. Ho per molto tempo attribuito il significato di questa frase (non mia, purtroppo!) al ‘mondo delle parole’, senza pensare alla sua versatilità in tutti i ‘mondi’ possibili in cui la creatività si sente libera di esprimersi. E in effetti una poesia come una ricetta […]

Read More

Sui modi e le maniere di ‘affogare’ un polipo…

Scrivere o leggere una ricetta sono due operazioni non troppo lontane dal rivelare o scoprire un segreto; se poi si pensa alla ‘natura’ di certi segreti e alla cucina come il luogo adatto a certe confessioni, il piacere della rivelazione per il palato è garantito! Tutto questo mi porta delle volte ad avere voglia di […]

Read More

À rebours : frittata di pasta

Spesso l’esecuzione di un piatto ha un andamento progressivo: si parte da triti, soffritti, e poi si aggiunge, si manteca, si impiatta, per finire  si mangia, si gradisce e… se avanza?

Read More

Chantilly al lime su carpaccio di capesante

Il sifone. Mi piace pensare a quest’utensile come l’anticamera di una metamorfosi in cui gli svariati alimenti lasciano una forma originaria in favore di nuove ‘sembianze’, eteree e ariose. La tecnica ‘evocativa’ dei più disparati sapori in spume e chantilly leggere, può diventare un modo creativo di proporre piatti in cui l’idea di contrasto tra […]

Read More

Sarde e ‘arie’ da beccafico

Non appena Don Vincenzo Ascalone le ha nominate al giovane barone Rizieri non è stato più possibile rifiutare l’invito a pranzo… e neanche il fidanzamento con Matilde. Così, mentre una giovane Stefania Sandrelli veniva “sedotta e abbandonata” nella Sicilia in bianco e nero di Piero Germi, la mia mente si è persa proprio in quel momento, […]

Read More

Dentro i calamari ‘ripieni’… una storia

Prima di farcire, il ripieno: una montagna di pan grattato sul tavolo; i rintocchi fitti, meno fitti, di un coltello da taglio secondo la consistenza dei diversi ingredienti: aglio, prezzemolo, pomodorini; le geometrie improbabili dell’olio a filo in caduta libera sull’impasto e le mani di Ida.

Read More

Dopo Pasqua: pupe e cavalli a colazione…

Ricevevo una pupa speciale ogni volta che mi capitava di passare le vacanze di Pasqua a casa dei nonni: si tratta di un dolce colorato dall’impasto simile alla pasta frolla a forma di bambola per le bambine e di cavallo per i maschietti; nel rispetto di una tradizione abruzzese di lunga data viene preparato dalle […]

Read More

Budino di riso, datteri e acqua di rose

Ho sempre pensato che la cucina ebraica sia molto più di una pietanza nel piatto: mi piace immaginarla come una mappa del passato e al tempo stesso la carta d’identità di un popolo  che, attraverso i propri sapori, sa bene come ritrovare se stesso a dispetto della storia e della geografia. In questi anni pur […]

Read More

Pasta con le sarde e finocchietto selvatico

Mi sono ritrovata sulla strada del mio piatto, nel momento in cui mi sono imbattuta in un mazzolino di finocchietto selvatico che si è ‘istintivamente’ addizionato a pinoli, uvetta, sarde e voilà: pasta con le sarde! Tornata a casa il finocchietto selvatico ha catturato la mia attenzione per il suo aspetto ‘gentile’, ma l’incanto della […]

Read More

Arance caramellate all’anice stellato

La mia curiosità nei confronti della frutta è stata già dichiarata ‘altrove’: mi ero ritrovata a congetturare “le potenzialità aromatiche di un ananas arrostito e – profeticamente – quelle “di un intingolo speziato in cui tuffare le arance a marinare”…

Read More