Pere al vino rosso

Ho voglia di sondare le infinite possibilità della frutta che se cotta: caramellata, arrostita, marinata o fritta può rivestirsi di un carattere e sapore nuovi. Così inseguendo questa ispirazione mi sono ritrovata per giorni a considerare le potenzialità aromatiche di un ananas  arrostito o, ad esempio, di un intingolo speziato in cui tuffare le arance a marinare, e alla fine mi sono ritrovata nel piatto pere al vino rosso.

Il mio primo incontro con le pere al vino è un ricordo molto recente ma che in effetti ha lasciato il suo segno: durante il soggiorno ad Arezzo ho scoperto che tra i piatti prelibati della povera cucina toscana si propone questo abbinamento come liquoroso dessert a conclusione dei pasti e io ho avuto una gran voglia di riassaggiarlo. La ricetta è stata ‘immaginata e inseguita’ secondo i miei gusti, evitando di cercare ispirazione su riviste o sul web, infatti la presenza di soli due ingredienti  essenziali per la realizzazione del piatto, pere e vino rosso, mi ha spinta a fare in modo che tutto il resto: spezie, la qualità delle pere, il tipo di vino, tempi e modalità di procedimento fosse frutto esclusivo della mia scelta creativa.

Tra le svariate qualità di pere, mi sono rivolta alle Kaiser che hanno il merito di nascondere sotto una buccia ruvida e rugginosa una polpa succosa, fondente e di buon sapore. A questo punto rivelati i golosi intenti al mio amico Gianni ho lasciato che lui mi consigliasse un buon Chianti della sua enoteca, ma non escludo le potenzialità di altri ‘rossi’ purché buoni e profumati. A questo punto ho chiamato a rapporto i ‘sentori’ delle spezie che più amo in queste soluzioni aromatiche e si sono presentati sotto il mio naso: anice stellato, cardamomo, chiodi di garofano, stecche di cannella e la buccia profumata di un arancio non trattato.

Ricetta (dosi per due persone) : 300 ml viso rosso, 300 ml acqua, 200 gr zucchero, 2/3 pere Kaiser di piccola taglia e ben mature, 2 anice stellato, 1 stecca di cannella, 2 chiodi di garofano, 2 capsule aperte di cardamomo, la buccia di un arancio non trattato.

Procedimento: per una corretta cottura è indispensabile scegliere pere mature e di grandezza medio-piccola. Versare in una casseruola profonda acqua, vino, zucchero, spezie e buccia di un arancio profumato non trattato e mettere sul fuoco. Pulire le pere e tuffarle nel vin brulè abbassando il fuoco e lasciarle cuocere per 15/20’ rigirandole spesso perchè si impregnino bene del vino. Per evitare che le pere non restino dure al cuore, controllare la cottura con uno stecchino assicurandosi una consistenza morbida; a questo punto togliere le pere dal fuoco e collocarle in un piatto di portata facendole raffreddare. Lasciare il vino sul fuoco e farlo ridurre finchè non raggiunge una consistenza sciropposa. Servire le pere calde ricoperte dallo sciroppo dolce.

Immagino questo piatto dal sapore dolce e forte nello stesso tempo come una bella alternativa per sorprendere l’aspettativa di un dolce tradizionale da parte dei commensali.

 

Related Post

7 thoughts on “Pere al vino rosso

  • Che bella questa ricetta semplice per quello che riguada la povertà degli
    ingredienti,ma spettacolare nella presentazione e nei colori caldi riprodotti magnificamente in fotografia. Bravissima! Complimenti per l’idea.
    Scommetto che anche il gusto sia adeguato all’aspetto, non resta altro che
    provare.Grazie e buona domenica!

  • Giuliana
    sono soprattutto molto buone, è garantita una bella figura! 😉

    Antonella
    si è vero così cucinate sono anche scenografiche, ma il sapore è veramente…poetico! 🙂

  • Sono sempre stata tentata di arrostire pure io l’ananas. Chissà com’è, a pensarci bene dev’essere favoloso, non so, magari prima o poi mi butto e l’arrostisco:-))) Ecco, le pere al vino rosso è un’altra delle cose che ho sempre detto di voler provare ma che ancora non ho fatto… lo sai che hanno un bellissimo colore! Un abbraccio

  • Marifra79
    Prima o poi lo faremo: arrostiremo l’ananas!;-)
    Quanto alle pere, credimi sono ottime; il colore è esaltato dalle sfumature in trasparenza, insomma saziano occhi e palato!A presto
    Laura

  • Ciao, ho preparato delle pere simili proprio in questi giorni con qualche differenza ma confermo che sono davvero dei dessert deliziosi.
    Complimenti per le foto, girovagare per il tuo sito è un piacere.
    Buona serata
    SOnia

  • Ciao Sonia
    sei gentilissima e non sai che piacere ricevere questo commento sulle ‘pere al vino’: sono tra le ricette che io ho apprezzato particolarmente!Ti ho già inserita tra i miei link e ho già visto il tuo post (spettacolare!) sulle pere e ti assicuro che il piacere di girovagare sul tuo sito è reciproco! 😉 A presto Laura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *