IMG_2745web

Relativismo vegetariano: “ragù” di nocciole

Mi è sempre piaciuto pensare di essere un’intransigente: nei pensieri come nelle parole. E’ un fatto di ‘certezze’ che molto probabilmente pensa di avere chi sa cosa pensare, chi cosa dire. Ahimè sempre! Allora no, ho capito che questo non è esattamente il mio caso. Forse non sono poi così intransigente. Anzi: forse forse sono […]

Read More
IMG_2289web

Pappardelle semi integrali con crespigna

Io, Lei, l’Altra, siamo ormai in sintonia sul da farsi e sul dove ritrovarci: possibilmente a primavera, possibilmente in campagna. Perché in campagna mentre agli uomini piace perder tempo dietro a motori e motorini che tanto non partono mai, a noi donne invece, il tempo piace ‘impastarlo’ sulla spianatoia dove le nostre mani si incontrano […]

Read More
IMG_2168web

Pesto di foglie di carota “All’ombra dei mandorli in fiore”

Ultimamente io, mangio carote crude. Un’abitudine spuntata non so bene quando e che, come tutte quelle cose che portano la sensazione di un immediato benessere, si è radicata nella mia cucina con la presenza costante di carote, a volontà, ovunque sia possibile parcheggiarle anche solo per averle sempre a disposizione.

Read More
IMG_0131web

Gratin di broccoli “in divenire”

“In divenire”: si tratta di un’espressione che uso in genere per mettere in attesa chiunque sia in cerca di risposte immediate e decisioni improvvise sul da farsi. La questione è semplice: io non trovo tanta disinvoltura nell’immediatezza, quanto piuttosto ‘nel divenire’ lento di quelle cose che non si palesano a comando.

Read More
IMG_7272web

Peperoni ripieni con feta

Yemistà: una parola di cui i greci si servono per indicare le verdure ripiene che possono essere, a seconda della possibilità o della preferenza, domatés o piperiés, ma che in ognuno di questi casi saranno sempre e solo yemistà (o gemistes). E allora, più di qualche giorno fa ormai, quando ho deciso di cucinare i […]

Read More
IMG_3194web

Babaghanush

E’ bastato arrostire, frullare e condire due melanzane per scoprire il sapore di una nota salsa libanese: il babaghanush. E dire che io non ne avevo mai sentito parlare, eppure il mio palato, questa volta con più precisione delle mie intenzioni, ha indovinato gli ingredienti e misurato le dosi giuste di quello che è presto […]

Read More
IMG_2980web4

Pomodori di riso e d’estate romana

E così l’altro giorno ho svuotato pomodori rossi e li ho capovolti. Li ho dimenticati a testa in giù per un’intera notte, giusto il tempo necessario al riso  di caricarsi di tutto il sapore fresco del basilico e di un’estate assolutamente romana. E si perché Roma d’estate si ‘svuota’ proprio come i pomodori. E poi si […]

Read More
IMG_2784web

“Maccu” verde di fave

Tra le righe di un libro che tempo fa mi è stato regalato dall’autore stesso, io ho spuntato la parola “maccu”. Leggere con una matita in mano può essere utile e per me è addirittura indispensabile. Per ‘riscrivere’ i percorsi della lettura su quelli della scrittura di un altro, ad esempio. Un modo per prendere […]

Read More
IMG_2685web2

Gazpacho di cucuzza

Nel momento in cui ho deciso di togliermi una curiosità di troppo, ho preparato un gazpacho. Più facile farlo che ordinarlo da qualche parte, ho pensato. Certo avrei potuto aspettare di andare in Spagna, ma la scarsa disinvoltura del ritrovarmi in viaggio mi ha fatto optare per un frullatore. E così ho frullato un gazpacho!

Read More
IMG_0810-per-w-4

Raita di carote e semi

Mi sono imbattuta nella ricetta in cui le carote incontrano lo yogurt, i pistacchi, le uvette e tutta una meravigliosa varietà di semi come il cardamomo, il coriandolo e la senape, in uno dei luoghi più trafficati e ricorrenti della mia quotidianità: la metro B. Una situazione apparentemente identica a quella di tutti i giorni insomma: quella del ritrovarsi […]

Read More
IMG_9235

Io, la zucca e la catalogna… in pausa pranzo

Io, la zucca e la catalogna siamo diventate inseparabili da quando una quotidianità priva d’importanza ci ha allineate, una dopo l’altra tutte nella stessa casa. Dapprincipio ero io: sola e sconsolata nella trascuratezza dei pasti d’avventura, quelli sacrificati nei ristretti tempi della pausa pranzo. Poi un bel giorno è arrivata la zucca. Si è presentata […]

Read More